PASSITO DI PANTELLERIA

Sui rocciosi terrazzamenti di Pantelleria, si coltivano le vigne di Zibibbo. Per la natura del terreno e del clima di quest’isola la centro del Mediterraneo, le viti allevate ad alberello basso, producono pochi grappi di uva, che viene vendemmiata a fine Agosto, messi ad appassimento al sole per 30 giorni. L’uva viene poi spremuta e il mosto, ricco di zuccheri e profumi, viene fato fermentare per dar vita ad un vino che offre piacevoli sensazioni. Il frutto di tante sensazioni è merito della particolare natura di Pantelleria e del legame alle nostre antiche tradizioni eroiche.

Scheda Tecnica

  • Nome: Passito di Pantelleria
  • Tipologia: Bianco Dolce DOC – Moscato Passito di Pantelleria
  • Gradazione alcolica: 14,2%
  • Uve: 100% Zibibbo
  • Bottiglie prodotte: 15000
  • Vinificazione:

    le uve zibibbo, da cui si ottiene questo passito, provengono da diversi vigneti sparsi sull’isola. I grappoli, una volta selezionati, vengono messi ad appassire su degli “stinnitura”, per dodici-diciotto giorni in base all’andamento climatico, e rigirati pazientemente a mano. L’uva viene poi pigiata ed il mosto, ricco di zuccheri, messo a fermentare ad una temperatura tra i 25° e i 28°. Successivamente, il vino matura per circa otto-dieci mesi in serbatoi d’acciaio.

  • Descrizione:

    il colore di questo vino è un caldo giallo ambrato con dei riflessi aranciati avvolgenti e solari. Il primo sentore che si avverte è quello intenso dell’albicocca, in successione troviamo la pesca sciroppata, la mela cotta, per passare ad erbe aromatiche come rosmarino e origano. Nel finale si trova anche una leggera nota d’incenso. Al palato è dolce, ma con una buona spalla acida che non lo rende stucchevole, avvolgente, equilibrato, con una piacevole nota amaricante nel finale.

  • Abbinamenti:

    qualunque tipo di dessert.